Sul nostro sito utilizziamo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito. Questo tipo di cookies non necessita del consenso dei navigatori. Mentre utilizziamo cookies di terze parti per i banner pubblicitari e per raccogliere informazioni statistiche. Questo tipo di cookies necessita del consenso dei navigatori. Il consenso si intende accordato anche in modo implicito se l'utente prosegue la sua navigazione nel sito.

Il Signore ti dia pace!

Sottoscrivi questo feed RSS

Domenica in Albis

INCONTRO CON LA PAROLA

Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!». (Gv 20,26-29)

PAROLA E VITA … Signore, credo. Aumenta la mia fede

«Beati quelli che non hanno visto e hanno creduto»: sentiamo rivolta a noi oggi questa beatitudine che è stata quasi estorta a Gesù dal dubbio di Tommaso, dal suo chiedere di vedere e toccare per credere ad un evento così incomprensibile che è la risurrezione. Spesso ci sentiamo molto simili a questo discepolo che fatica a credere alle parole della sua comunità, del suo gruppo di amici credenti: quante volte ci chiediamo vicendevolmente dove è davvero il Signore nella nostra vita travagliata e spesso sofferta! E se i nostri compagni di strada ci dicono che Lui è vicino a noi donando speranza di vita, facciamo fatica a credergli: vorremmo vederlo, toccarlo… Eppure, il segno che Lui ci ha lasciato di questa vicinanza di vita risorta è proprio la compagnia della comunità dei credenti: un po’ scalcagnata, difficile, a volte esaltante e a volte deprimente, ma una chiesa che ci slancia verso Lui, con la quale condividiamo la fede nel Dio che fa risorgere dalla morte. 

Non abbiamo visto, ma, insieme, crediamo: che Cristo è vicino ed è il Vivente. (Sr Federica, Orsoline)

PREGHIAMO INSIEME

Signore Gesù, tu sei con noi,
vivo e vero, nell’Eucaristia.

Signore, accresci la nostra fede.

Signore, donaci una fede che ama.

Tu che ci vedi, tu che ci ascolti,
tu che ci parli: illumina la nostra mente
perché crediamo di più; riscalda il nostro cuore
perché ti amiamo di più!

La tua presenza, mirabile e sublime
ci attragga, ci afferri, ci conquisti.

Signore, donaci una fede più grande.

Signore, donaci una fede più viva.

(Giovanni Paolo II)

IMPEGNO DEL GIORNO

Al termine di questo periodo di preghiera in famiglia decido di prendere il Vangelo e di metterlo nel cassetto del comodino e ogni sera prima di addormentarmi di leggere una pagina.